Forza Abruzzo!

Sono sentimentalmente legata all’Abruzzo, all’Aquila, nello specifico, perché fu lì che circa 13 anni fa ripresi a mangiare dopo un anno di anoressia.

Fu il caso? Le ottime fregnacce, pasta tipica cucinata straordinariamente solo e soltanto lì, all’Aquila? … non lo so, so che appena posso io e il mio ragazzo andiamo da quelle parti a fare trekking o a Silvi Marina in campeggio e in tanti altri bellissimi, sani, ruspanti e pieni di natura paesi e paesini che popolano questa splendida regione italiana.

E così nel tempo mi sono innamorata dell’Abruzzo e degli abruzzesi, per una serie infinita di motivi.

Io posso struggermi ma so che il mio dolore è un chicco di sabbia al confronto con il macigno di chi ha perso, casa, lavoro, parenti … o tutte e tre le cose in una manciata di secondi… si perché c’è anche chi ha perso tutto e non può prendersela con nessuno, non può farlo con Dio se fosse credente, perché chi è credente ha bisogno proprio di Dio adesso, non può sfogarsi con chi ha costruito quelle case perché forse non si saprà mai… anche di questo queste povere persone sono state private, eppure in tutti i più o meno beceri servizi che danno alla televisione dove facce da idioti o idioti con la faccia si spingono avanti per farsi vedere in tv, dove giornalisti assassini della professione bussano ai finestrini delle auto degli sfollati per chiedergli “come si sente” (e un vaffancuolo non glielo toglierebbe nessuno, nessuno!) queste persone mostrano enorme dignità, coraggio e anche nella disperazione il tentativo di non cedere, no, proprio davanti alle telecamere.

Ieri ho detto a mia madre “è una tragedia, ma l’unica cosa che mi auguro che non ci siano bambini rimasti orfani” ed è ancora questo che spero ardentemente.

Io come forse tanti di voi mi sento totalmente impotente, nel mio piccolo ho fatto quanto potevo ma vorrei tanto stare lì a tenere anche solo la mano di un anziano, di una donna o di un bambino, poi mi rendo conto che il mio desiderio di aiutare sarebbe egoistico, loro non hanno bisogno di me adesso, forse sono io ad avere bisogno di loro, perché quando accadono queste cose la vita si ridimensiona …

Quando piano, piano tutto ritornerà alla semi-normalità il mio desiderio è di trascorrere tutte le vacanze possibili proprio lì all’Aquila e faccio un appello a tutti coloro che stanno pensando alle ferie estive, prenotiamo negli alberghi limitrofi, sovvenzioniamo in qualsiasi modo la ripresa delle attività in quelle zone, diamogli la forza di reagire e non solo coperte o viveri.

ps. per tutti coloro che amano scrivere e sono stati in vacanza in una delle città dell’Abruzzo, c’è un concorso!

Si vince un soggiorno a L’Antico Feudo!

L’Antico Feudo

One thought on “Forza Abruzzo!

  1. Per quanto di fronte a queste tragedie ci si senta impotenti, anche il solo rivolgere un piccolo pensiero o una parola di conforto a chi non ha più nulla, è indice di umanità.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...