La terza nazione del mondo – i disabili tra pregiudizio e realtà – Matteo Schianchi

…l’handicap è un modo di esistere…

650 milioni di persone disabili nel  mondo, 6 milioni in Italia, tra gravi e lievi disabilità, dovute soprattutto agli incidenti sul lavoro, tra i 54 4 gli 82 incidenti al giorno!

Il libro La terza nazione del mondo – i disabili tra pregiudizio e realtà, scritto da Matteo Schianchi, che conosce “personalmente” la disabilità visto che egli stesso è un atleta della nazionale italiana di sport disabili, inizia con la storia di un atleta recentemente salito alla ribalta, Pistorius, accusato di “doping tecnologico” per le protesi alle gambe che perse a causa di una malformazione genetica.
Pistorius, riferisce Schianti, è stato inserito dal Times nella lista delle 100 persone più influenti del pianeta.

Ho scoperto che la tecnologia è molto altro rispetto a quanto potesse immaginare la mia mente tarata per essere prettamente umanistica e mi sono stupita nell’apprendere che la “comunicazione” all’interno di una protesi avviene via bluetooth.
Ho pensato subito a quanto è strano il fatto che  chi, come me, non ha disabilità, associa il termine, immediadatamente, al cellulare piuttosto che al pc…un disabile, invece,  alla libertà…alla libertà di muoversi e di essere” normale”.

Il libro continua toccando tutte le enormi problematiche che investono la quotidianità del disabile, per esempio sapevate che solo il 10% del sistema ferroviario italiano (sistema ferroviario! quindi totale delle stazioni e treni!) è accessibile???
Devastante la lettera di una ragazzina sedicenne nata senza il naso che sarebbe voluta morire, puntuale e precisa la ricostruzione storica della disabilità, da quando, nel mondo greco-romano il bambino disabile veniva visto come figlio del peccato e la colpa (nemmeno a dirlo…) era della donna, all’Ottocento quando la disabilità divenne fenomeno da baraccone fino alla famigerata Aktion T4, Programma eutanasia dei nazisti per il quale trovarono la morte 70.000 persone.

Ed ora vorrei finire con un’esperienza del tutto personale….mi è accaduta una cosa molto strana mentre leggevo questo libro e che credo possa spiegare benissimo il messaggio dell’autore…
Più di una volta, mentre mi trovavo sul treno o sulla metro a leggere il libro, mi sono accorta di essere guardata, diciamo, con una certa insistenza, da donne e uomini indistintamente, mi scrutavano come se cercassero una gamba finta, un braccio fantasma o una stampella infilata chissà dove…come se un libro sulla disabilità potesse interessare esclusivamente una persona disabile, come se la disabilità fosse “cosa” dei disabili e non degli abili, come se fosse troppo strano che una persona non disabile si interessasse al mondo della disabilità…

Grazie Matteo.

Matteo Schianchi  su Feltrinelli Editore

Annunci

Una risposta a "La terza nazione del mondo – i disabili tra pregiudizio e realtà – Matteo Schianchi"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...