Breve Storia di (quasi) tutto – Bill Bryson

524 pagine di contenuti, 40 pagine di note, 20 pagine di indice analitico e solo questo dovrebbe far capire che mole di studio, analisi e approfondimenti l’autore, Bill Bryson, ha condotto per scrivere questo “libro”:  Breve storia di (quasi) tutto.

E’ come portarsi dietro, dentro la borsa, una piccola enciclopedia della scienza, dove tutto è spiegato nel modo più intuitivo possibile anche attraverso simpatiche e ironiche analogie e riflessioni  che ci divertono, si, ma ci aiutano a comprendere la meraviglia e la tragedia della vita (la scomparsa del Dodo), a partire dalla sua più piccola, invisibile ma esistente cellula: “secondo Cropper, se un atomo venisse espanso fino a raggiungere le dimensioni di una cattedrale, il suo nucelo non supererebbe quelle di una mosca..”

Ho messo la parola “libro” tra virgolette perchè non è esattamente solo un libro, Breve storia di (quasi) tutto è qualcosa di più, profondamente gustabile, assimilabile, leggibile in ogni dove, sul treno, in metro, sul divano, sull’amaca, l’ho letto un po’ ovunque e ovunque mi guardassi intorno vedevo quel che nel libro era descritto, l’insetto, la cellula, la vita, si la vita che invade di sè perfino i sassi.

I protoni sono così piccoli, che un puntino di inchiostro come quello che sta su una “i” può contenerne qualcosa come 500.000.000.000...”

Sulle stranezze di NewtonUna volta si infilò nell’orbita dell’occhio un lungo ago…solo per vedere che succedeva” e per restare in tema “occhio”, così si esprimeva Darwin parlarndo di questo organo “Quando penso all’occhio mi vengono i brividi“.

Bellissimo l’esempio sulla relatività di Betrand Russel (The ABC of relativity); il riferimento agli atomi è a dir poco rassicurante: “Quando moriremo, gli atomi che compongono il nostro corpo si spareranno e seguiranno un nuovo destino…allo stato attuale nessuno sa quanto tempo possa sopravvivere  un atomo, ma secondo Martin Rees, si tratta all’incirca di 10 alla 35 anni…“.

Sulle collisioni con asteroidi che, pare, quelle mancate per un soffio avvengono due ogni settimana.
Sul magnetismo e il suo ruolo fondamentale nel tenerci in vita.

Aagghiccianti i riferimenti su cosa accadeva al palomabaro quando il suo rudimentale scafandro, per un mal funzionamento, lo uccideva risucchiandolo.
Meno agghiacciante ma pur sempre meraviglioso il destino di una molecola di una goccia d’acqua e a proposito dell’acqua, vi siete mai chiesti perchè il sale nel mare resti sempre lo stesso nonostante i milioni di litri di acqua del mare che evaporano ogni giorno e che si lasciano dietro i sali?

Per chi, come me, è alto appena un metro e sessanta, posso dire che i capitoli dedicati alle micro-creature è a dir poco esaltante: “…vale la pensa di ricordare che il mondo…appartiene ancora alle creature microscopiche“….
Per quanto rigurda i fossiliNon bisogna essere per forza grandi per essere organismi complessi perfettamente funzionanti“.

Il nostro stile di vita è un invito a nozze per le epidemie” a proposito dell’AIDS...
E poi ancora sul DNA e le proteine: “Il fatto che il DNA e le proteine non parlino la stessa lingua è una stranezza della biologia. Da quasi quattro miliardi di anni sono la coppia più importante del mondo vivente…“.

E poi tanti, tanti altri riferimenti, paragrafi dedicati a (quasi) tutti gli aspetti della scienza.
Vi lascio con un bellessimo, straordinario messaggio di Freeman Dyson, che apre il capitolo intitolato “La vita, proprio lei”:

Più lo osservo e studio i dettagli della sua architettura,

più mi convinco che l’universo, in un certo senso,

doveva sapere che stavamo arrivando“.

su Tealibri

Annunci

Una risposta a "Breve Storia di (quasi) tutto – Bill Bryson"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...