Riflessioni di mezzanotte….

Ci sono poche cose, davvero, che credo di aver capito a 34 anni ,tra queste sicuramente (è per me una certezza) che l’unica e indistruttibile fonte di vita è l’amore.
Non ho avuto attacchi di romanticismo, è una considerazione che sto facendo come se stessi redigendo un atto notarile o un documento storiografico. Sono molto lucida e molto priva di sentimento in questo momento, mentre scrivo sto utilizzando solo cervello e non il cuore.
L’Amore di cui parlo è un sentimento di altruismo che va oltre il proprio benessere, è un sentimento “ragionato” che individua nella vita l’unico scopo dell’uomo.

Perché abbiamo l’istinto di proteggere un bambino che non è nostro?
Perché il bambino è vita potenzialmente più lunga della nostra.
Come difendiamo il bambino?
Con l’Amore.

Perché sentiamo il bisogno di proteggere l’ambiente?
Perché l’ambiente può vivere senza di noi ma noi non possiamo vivere senza di lui.
Come difendiamo l’ambiente?
Con l’Amore.

Perché ci leghiamo indissolubilmente ad un compagno o a una compagna?
Perché abbiamo bisogno di amare per sentirci altro oltre carne e ossa.

E questo Amore non ha sesso, non ha nome, non ha colore, non ha niente di identificabile con le “cose”.
E’ qualcosa che ti fa prendere in giro da chi non lo possiede e crede che tu sia pazzo a volere il bene degli altri anche a tuo discapito.