Buzz Marketing nei social media – come scatenare il passaparola on-line

Vi ricordate Elisa, la mia collega, anzi “un’amore di collegaGingerbread man by Elisa ?,ecco lei,  in quanto esperta di Social Media, mi ha generosamente prestato un testo che ha comprato da poco: Buzz Marketing nei social media, come scatenare il passaparola on-line (Dario Caiazzo, Andrea Colaianni, Andrea Febbraio e Umberto Lisiero).

Se vuoi avere a che fare con il web un testo del genere è d’obbligo: buzz marketing e passaparola, womma, reputazione online e molto altro.

Intanto, che tipo di comunicazione è quella attuale?
Many to many: ecco la vera rivoluzione del web 2.0, che nel testo viene definito “centro gravitazionale”  (ma pare siamo arrivate al 3.0…o no?), di fatto è che in base all’ultimo Rapporto Nielsen nel 2009 ben i 2/3 deli utenti internet visitano blog e social…non poco insomma, quindi (e qui è il SEO che è in me a parlare) bisogna presidiare..presidiare!

Protagonista la generazione Y, giovani tra i 18 e 25 anni che in questa comunicazione many to many sono i veri protagonisti.

Utili definizioni nel settore come per esempio il fatto che Twitter è un microblog non è un social network!!!!
Da approfondire (almeno per me) il concetto di Womma (word of mouth) e la memetica, interessantissime le case history di Ford Fiesta (buzz marketing e Flicker) , Dell (Twitter), Pepsi (Friendfeed).

Oltre a un capitolo dedicato a risorse utili per il monitoraggio della reputazione online:

Da Libreria Universitaria

 

Annunci