Buzz Marketing nei social media – come scatenare il passaparola on-line

Vi ricordate Elisa, la mia collega, anzi “un’amore di collegaGingerbread man by Elisa ?,ecco lei,  in quanto esperta di Social Media, mi ha generosamente prestato un testo che ha comprato da poco: Buzz Marketing nei social media, come scatenare il passaparola on-line (Dario Caiazzo, Andrea Colaianni, Andrea Febbraio e Umberto Lisiero).

Se vuoi avere a che fare con il web un testo del genere è d’obbligo: buzz marketing e passaparola, womma, reputazione online e molto altro.

Intanto, che tipo di comunicazione è quella attuale?
Many to many: ecco la vera rivoluzione del web 2.0, che nel testo viene definito “centro gravitazionale”  (ma pare siamo arrivate al 3.0…o no?), di fatto è che in base all’ultimo Rapporto Nielsen nel 2009 ben i 2/3 deli utenti internet visitano blog e social…non poco insomma, quindi (e qui è il SEO che è in me a parlare) bisogna presidiare..presidiare!

Protagonista la generazione Y, giovani tra i 18 e 25 anni che in questa comunicazione many to many sono i veri protagonisti.

Utili definizioni nel settore come per esempio il fatto che Twitter è un microblog non è un social network!!!!
Da approfondire (almeno per me) il concetto di Womma (word of mouth) e la memetica, interessantissime le case history di Ford Fiesta (buzz marketing e Flicker) , Dell (Twitter), Pepsi (Friendfeed).

Oltre a un capitolo dedicato a risorse utili per il monitoraggio della reputazione online:

Da Libreria Universitaria

 

Annunci

Email Marketing – strategie e tecniche efficaci per fare business

Anche l’email marketing è 2.0: è la prima conclusione alla quale si giunge dopo aver letto il testo della casa editrice Hoepli sempre molto attenta a tutte le tematiche legate al web marketing.

Con un linguaggio chiaro, esaustivo e tecnico al punto giusto, gli autori (Nazzareno Gorni e Marco Maglio) descrivono perfettamente “il mondo” dell’email marketing e tutto quel che gira intorno ad esso!
Dai concetti fondamentali alla legge sulla Privacy fino ad arrivare alla Email Analytics.

Dopo il primo capitolo, dedicato all’ABC dell’E-mail Marketing, il secondo tratta subito del sopra citato email marketing 2.0.
Ormai questo “numero aggettivante”, il 2.0, non fa che comparire ovunque, e non poteva certo mancare per descrivere uno degli strumenti in assoluto più utilizzati, l’email: l’email 2.0, in sostanza, è l’email dove l’utente ha il pieno controllo, è l’email “etica” ma non per questo meno interessante … anzi!

Fare email marketing per il proprio business è una cosa seria insomma, non ci può improvvisare “esperti” perché i rischi di fallire o addirittura di essere “diffidati” sono più che ipotesi.

Il testo ci insegna:
– come scegliere una seria e stimata Agenzia di email marketing che si occuperà di questa attività,
– come costruire una lista di indirizzi email senza violare la legge sulla Privacy,
– come creare un messaggio efficace,
– come misurare la deliverability e come interpretare le statistiche del codice che traccia la nostra email.

Non mancano consigli utili e pratici per rendere subito interessante la nostra email, come per esempio inserire sempre nel footer email un payoff che identifichi subito il mittente.